lunedì 22 settembre 2014

Dragon trainer 2 - Inviti di compleanno da stampare.

Pubblicato da Sarita Panza a 10:30 0 commenti Link a questo post
Della nostra passione per il film di Dragon Trainer 2 vi ho gia' parlato qui.

E quindi sulle pagine del blogghino non potevano mancare degli inviti di compleanno da stampare con Hicupp ed i suoi amici.

Eccoli qui. Spero vi piacciano.
Alla prossima festa.


Inviti di compleanno da stampare gratis.
Dragon Trainer 2 - Invito di compleanno da stampare.

Dragon Trainer 2 - Invito di compleanno da stampare.

lunedì 8 settembre 2014

Primi giorni di scuola - sindrome da rientro.

Pubblicato da Sarita Panza a 10:30 0 commenti Link a questo post
scuola
Sindrome da rientro.

Qui al nord i nani hanno ricominciato la scuola gia' da alcune settimane, il 19 Agosto.
E confesso che per noi italiani, iniziare la scuola (e con essa tutta la routine che ne consegue)  il 19 Agosto, in quello che per noi e' normalmente il culmine delle vacanze, e' decisamente inconsueto.

Per fortuna (si fa per dire...) il clima ci ha aiutati, dato che l'ultima settimana di agosto qui sembrava gia' di essere in autunno inoltrato.

Il nostro rientro quest'anno e' stato poi caratterizzato da un altro importante elemento: quest'anno nanerottolo senior ha iniziato la prima elementare. Durante le vacanze era elettrizzato all'idea di andare in prima e di imparare finalmente a leggere e a scrivere.

Quando poi la tanto attesa prima elementare e' finalmente arrivata... l'eccitazione e' stata ancora alta nella prima settimana, la seconda invece... sono iniziate un po' di tensioni.
E si e' manifestato un bizzarro "mal di pancia", uno di quelli che compaiono la mattina mentre ci si prepara per andare a scuola, ma sparisce mentre si gioca, o addirittura mentre si mangia. Accompagnato da frasi tipo "non voglio mai piu' andare a scuola. Non voglio mai piu' imparare a leggere e a scrivere".

Mi e' sorto quindi un legittimo dubbio: che il mal di pancia fosse totalmente fasullo, e che ci fosse invece qualche problemino a scuola.

Chiaramente nanerottolo senior si e' guardato bene dal rispondere ad ogni domanda anche solo vagamente legato a "come vanno le cose a scuola?".

Quindi ho optato per un'altra strategia: ho provato a mettermi nei suoi panni.

In fondo anche per me le prime settimane di rientro al lavoro non sono state semplici. Anzi a dire il vero, durante la prima le cose non sono andate malaccio: la sindrome da rientro e' stata smorzata dal piacere di ritrovare facce amiche di colleghi che non vedevo da un po'. Ma gia' durante la seconda settimana le cose sono state un po' piu' complicate....

Quindi mi sono domandata: se rientrare a lavoro, in un paese che non e' il mio, con un tempo non proprio dei migliori, dopo 3 settimane di vacanze, e' dura per me, perche' mai non dovrebbe esserlo per il nanerottolo senior? Considerando poi che per lui si aggiunge anche l'ulteriore difficolta' di passare in prima elementare.

Prima elementare significa per lui entrare in classe e sedersi ad un banco, in attesa che la maestra inizia a spiegare "cose importanti", anziche' sedersi ed iniziare a giocare. Significa imparare a leggere e a scrivere - in una lingua che non e' la sua per altro... - forse uno degli elementi piu' forti che distingue i bambini piccoli dai bambini "grandi".
Significa quindi in fondo "diventare grandi".

E di nuovo mi sono domandata: come potrebbe non essere difficile per lui? come potrebbe non essere spaventato, preoccupato o confuso?

E decido che per questa volta, il suo mal di pancia ha ragione di essere. Decido di dirgli che lo capisco, che ha ragione, che imparare a leggere e a scrivere e' una delle cose piu' difficile che una persona debba imparare nel corso della vita.

E parlare dei suoi timori, dargli dignita' di esistere, magicamente li smonta, li rende piu' accettabili, e in fondo meno inquietanti.
E piano piano, giorno dopo giorno, il mal di pancia passa, e la voglia di andare a scuola, e di imparare cose nuove torna, piu' forte che mai.

Grande nanerottolo! Ora il timore che resta da affrontare e' il mio: quello di vederti crescere troppo velocemente.

lunedì 1 settembre 2014

La favola del film Dragon Trainer 2.

Pubblicato da Sarita Panza a 10:00 1 commenti Link a questo post
Dragon Trainer 2
Dragon Trainer 2 - la locandina

Draghi volanti, battaglie aeree, voli in picchiata, coraggio, passione, amore per la liberta' e la pace. Questi sono alcuni degli ingredienti del film Dragon Trainer 2.

Mentre eravamo ancora in vacanza, in uno di quei pomeriggi piovosi che a volte capitano in montagna (e pare che quest'anno ne siano capitati diversi...), abbiamo avuto la fortuna di imbatterci nell'anteprima del film Dragon Trainer 2, il secondo capitolo della trilogia ispirata ai libri di Cressida Cowell.

Era un pomeriggio grigio, e gia' fresco: per i piccoli gia' appassionati di Hiccup e del suo drago "furia buia" Sdentato dal primo episodio, non e' stato difficile convincermi ad entrare nel piccolo cinema di provincia. E cosi, carichi di croccanti pop corn, ci siamo seduti nella sala quasi vuota a goderci l'anteprima.

Gia' dalle prime scene mi sono sentita totalmente coinvolta: l'ironia che ha contraddistinto il primo episodio, e' presente anche nel secondo sin dall'inizio (bellissime l'espressioni delle pecore che vengono utilizzate nel torneo iniziale come palle da basket!).

Hiccup e Sdentato
Le prove di volo di Hiccup e Sdentato

A pochi minuti dall'inizio si scoprono delle prime scene di volo spettacolari (immagino poi che vederlo in 3d sia ancora piu' appassionante...). Ed ' un piacere ritrovare Hiccup cresciuto e sempre piu' affiatato nelle prove di volo con il coraggioso drago Sdentato.





Cosi' come il primo episodio, dove Hiccup appare sin dall'inizio come un ragazzo diverso dagli altri, fuori dagli schemi, incapace di catturare draghi, come tutti si aspetterebbero da lui, ed in cui anche la disabilita' fisica viene trattata con una delicatezza ed un'intelligenza sorprendenti, anche questo episodio ha uno spirito differente dai soliti cartoni animati...

In questo episodio Hiccup, dopo aver nella prima parte della sua giovane vita ristabilito la pace nell'isola vichinga di Berk, grazie alla capacita' di ascoltare e parlare ai draghi (leggi: di ascoltare e parlare ai "diversi", a quelli di cui non si sa nulla e che per definizione sono pericolosi) insegue ideali di liberta' , e irrequieto davanti agli schemi precostituiti che il padre tenta inutilmente di imporgli, inizia un percorso - quasi iniziatico - alla ricerca di se stesso.

Hiccup e Valka
Il primo incontro tra Hiccup e Valka
Ed in questo percorso Hiccup ritrova la madre che credeva morta. La storia di Dragon Trainer ci propone una madre che si distingue da quella che normalmente ci propinano gli stereotipi dei cartoni animati (e non solo): una sorta di indomita valchiria che cavalca draghi volanti, che ama la liberta' e la pace, che, come il figlio, riesce a vedere oltre l'orrido aspetto esteriore dei draghi. Valka, questo il nome della madre, rapita dai draghi quando Hiccup era poco piu' che un neonato, rimane affascinata da queste creature e dal loro mondo, e finisce per restare con loro, per proteggerli, anziche' tornare nel suo villaggio, anziche' tornare dal figlio e dal marito.
Intense e dolcissime sono le scene dell'incontro tra Hiccup e la madre. E splendido il fatto che si incentrino sul perdono, sulla voglia di conoscersi e ri-scoprirsi a distanza di anni, anziche' sull'odio e sul rancore per le mancanze del passato.
Volano insieme Hiccup e Valka, saltando da un drago all'altro e da una nuvola all'altra, e nel volo Hiccup conoscendo la madre, (ri)conosce se stesso, la sua passione per la pace, il coraggio, l'amore per la liberta', la capacita' di sussurrare ai draghi, ai diversi. Riconosce il legame forte con la madre, che va oltre la distanza fisica e temporale.

Il mondo dei draghi di Valka viene minacciato da un implacabile cacciatore, Drago Bludvist. Drago e la sua famiglia sono stati in passato colpiti dai draghi e oggi lui, mosso dal rancore, vuole vendicarsi contro tutti i draghi.

Hiccup e Sdentato
Hiccup e Sdentato
Splendida l'ultima "lezione" del film, che mostra di nuovo Hiccup capace di un perdono che Drago non conosce, e che gli consentira' di avere poi la meglio sull'avversario. Hiccup mostra come sia possibile rompere la catena dell'odio e della vendetta, e rompendola arrivare ad un rapporto piu' forte di amicizia e di affetto, tanto forte da poter sconfiggere il lato oscuro.



Stoik
Stoik

Affascinante anche la figura del padre di Hiccup, l'immenso Stoik, che pur essendo rigido nel suo ruolo di capovillaggio, grazie all'amore per il figlio trova la capacita' di cambiare, di ascoltare, di diventare flessibile.

Epiche e spettacolari sono le scene delle battaglie tra i draghi.



Insomma, come avrete capito dalla mio racconto... ho amato questo film!
Mi sono emozionata ed appassionata nel guardarlo. Penso che lo vedremo, come i migliori cartoni animati, altre cento volte insieme ai nani!

Ma soprattutto mi e' piaciuto vedere che possono ancora esistere, ed appassionare i nostri bambini, storie che trasmettono dei valori, dei valori positivi.
Che si va bene... c'e la battaglia ed il combattimento, ma anche dei valori dietro questi.
Che puo' esistere la passione, il coraggio di portare avanti le proprie idee e le proprie scelte anche se non sono in linea con quello che gli altri si aspettano. E che puo' esistere amore anche tra chi decide di fare scelte diverse.

Bello vedere questi valori positivi in un mondo di Tartarughe Ninja e di Ninjago, di Spiderman e di Angry birds, in cui il gusto per il combattimento fine a se stesso prevale quasi su ogni altra cosa.

La morale quindi e'... andate a vederlo! Munitevi di pop corn, e gioite insieme ai vostri figli delle spettacolari scene di volo dello splendido Sdentato.
E... quando uscite... provate ad addestrare anche voi un drago!!

E se non bastasse il mio racconto ad invogliarvi ad andare al cinema, ecco qui il trailer ufficiale.





Spero a voi piaccia come e' piaciuto a me.

Ovviamente, vista la mia nuova passione per i draghi... a breve invito di compleanno con Hiccup e Sdentato come protagonisti!


 

Facciamo festa insieme Copyright © 2010 Designed by Ipietoon Blogger Template Sponsored by Emocutez